Home » Macchina del pane: come funziona e ricette
pane-fatto-in-casa

Macchina del pane: come funziona e ricette

Macchina del pane: come funziona questo splendido elettrodomestico e le ricette per sfornare dell’ottimo pane fatto in casa.

Sembra un’eternità, ma la preparazione artigianale del pane (il cosiddetto pane fatto in casa) ha riguardato una larghissima fascia della popolazione, specie negli ambienti rurali, fino a non molti decenni fa.

Recentemente il piacere di gustare il sapore genuino del pane che, insieme alla pasta, rappresenta l’emblema della nostra dieta è stato riscoperto grazie anche alla larga diffusione di un elettrodomestico che ne rende assai semplice la preparazione.

Semplice anche nel nome: la “macchina del pane”. Di primo acchito può sembrare una normale impastatrice. In parte lo è, perché tra le altre funzioni ha anche quella di impastare; ma fa tanto di più.

Girmi MP2000 Macchina Del Pane, 600W, Bianco

  • 3 Pesi impostabili: 500/750/1000 g / 3 Livelli di doratura
  • 19 Programmi preimpostati
  • Specifico programma “Gluten Free”

Vediamo in breve come è fatta e come funziona la macchina del pane

  • E’ un elettrodomestico di forma compatta al cui interno si trova un cestello dove si mettono gli ingredienti. A questo si accede tramite un coperchio posto nella parte sommitale che generalmente ospita una sorta di oblò, utile per monitorare le varie fasi di lavorazione. Sempre nella parte superiore sono presenti i tasti per selezionare le varie funzioni. Il costo di questa macchina è abbastanza contenuto; il prezzo di un modello di discreta qualità si aggira infatti intorno agli 80/90 euro.
  • Per preparare del buon pane con soffice mollica e croccante crosticina non serve essere degli abili fornai, basta solo inserire gli ingredienti nel cestello e lasciare cha la macchina faccia il resto da sé. Nel procedimento base (quello usato per la preparazione del normale “pane bianco”) dopo una prima fase di preriscaldamento inizierà l’impasto, cui seguirà una prima breve lievitazione. In seguito la macchina riprenderà ad impastare per poi effettuare una ulteriore lievitazione, stavolta un po’ più lunga. Infine avvierà la cottura.

Molti modelli dispongono di funzioni aggiuntive rispetto a quelle base appena descritte.

  • C’è innanzitutto la possibilità di “avvio ritardato” che consente di programmare l’inizio della preparazione ad un determinato orario in modo da avere al momento desiderato il pane appena cotto.
  • Alcuni modelli consentono preparazioni particolari, come ad esempio i dolci o il pane integrale, che necessitano di tempi di impasto e lievitazione diversi rispetto al pane comune.
  • Alcuni modelli hanno addirittura l’innovativa funzione Yogurt, per preparare lo yogurt in casa in modo del tutto naturale.

Come questo modello bellissimo della Moulinex: Macchina del Pane in Acciaio Inox con Funzione Yogurt e 20 Programmi Automatici 

  • La funzione “pizza” presente in alcuni modelli trasforma la macchina del pane in una impastatrice in quanto provvede solo all’impasto degli ingredienti e alla loro lievitazione consentendone la cottura in forno.

Molto spesso le macchine consentono di selezionare più livelli di cottura (generalmente 3) per ottenere un pane con la doratura più o meno accentuata. In alcuni modelli è possibile selezionare un procedimento veloce per la preparazione del pane bianco riducendo considerevolmente i tempi.

Non di rado infine è possibile usare la funzione di sola cottura (evitando quindi le fasi di preriscaldo, impasto e lievitazione) per completare la preparazione del pane se non lo si ritiene ben cotto e con la giusta doratura, o semplicemente per riscaldarlo quando è già cotto. 

Quali farine si possono utilizzare per la macchina del pane?

Gli ingredienti da inserire nel cestello sono quelli tradizionalmente usati per fare il pane in casa: farina, lievito, acqua e sale. Per quanto riguarda la farina, è bene che sia sufficientemente “forte”, cioè contenente una buona percentuale di glutine, per ottenere una massa resistente che regga bene il peso della lievitazione.

Una farina “debole” rischia di far collassare l’impasto compromettendo la fase di cottura. Attualmente sono facilmente reperibili nel mercato farine particolarmente adatte allo scopo, come la MANITOBA, che possono essere usate in sostituzione o in aggiunta ad altri tipi di farina. 

Per variare la consistenza, il sapore e l’aroma del pane tradizionale è possibile integrarne l’impasto con spezie (come ad esempio il Pane alla Curcuma) e semi oleosi ed altri ingredienti che rendono più gustoso il prodotto finale e gli danno un tocco di originalità. Al riguardo, come spesso avviene in cucina, la fantasia è l’elemento che aggiunge al cibo quel “tocco in più”.

Vediamo ora la ricetta del pane bianco con la Macchina del pane.

Per non perdere nessuna ricetta, metti “like” QUI sulla nostra pagina Facebook 

e seguici QUI sul nostro profilo Instagram.

Torna alla HOME PAGE

Visita lo SHOP