Home » Pentola a pressione: come si usa e perché comprarla
pentola-a-pressione-ricette

Pentola a pressione: come si usa e perché comprarla

Chi non ha sentito parlare almeno una volta della pentola a pressione? Tutti. Quanti sanno veramente come funziona? Pochi. Vediamo di saperne qualcosa di più con poche, semplici righe.

Sgombriamo il campo, anzitutto, da un luogo comune che in non pochi casi dissuade i potenziali fruitori dal farne un normale uso in cucina: la pentola a pressione NON è pericolosa. Non lo è, almeno, più di quanto lo sia ogni altro oggetto di uso comune presente nella casa. Non ci credi? Leggete sotto. 

Come è fatta la pentola a pressione

Il corpo è in metallo (generalmente acciaio inox, ma ci sono anche modelli in alluminio) ed ha pareti molto spesse. Ha una chiusura ermetica che consente di bloccare completamente la fuoriuscita di vapore, generando un innalzamento della pressione e della temperatura.

Il coperchio è dotato di due valvole: una di controllo e una di sicurezza. La prima garantisce il normale funzionamento della pentola generando le condizioni interne ideali per la cottura; spesso la valvola è provvista di tacche che indicano il livello (insufficiente, normale o eccessivo) della pressione. L’altra si attiva solo in caso di malfunzionamento della valvola di controllo: in caso di pressione eccessiva si alza favorendo la fuoriuscita di vapore e la conseguente diminuzione della pressione interna.

Sul mercato sono disponibili modelli di varie dimensioni; per un single o una coppia può essere sufficiente una pentola da 3/5 litri; per una famiglia, specie se numerosa, si consigliano invece pentole dai 7 litri in su.

Ecco alcuni modelli consigliati per il loro rapporto qualità/prezzo:

Lagostina Irradial Control Lagoeasy’UP Pentola a Pressione 5 L

Lagostina Irradial Control Lagoeasy’UP Pentola a Pressione 7 L 

Duetto pentole a pressione First in acciaio inox

Set di 2 pentole a pressione in acciaio inox Nichel Free, capienza massima 5 e 7 Lt.

Pentola a Pressione in Acciaio Inox a Induzione – 4 Litri

Piccola e compatta è ideale per i single. Utilizzabile su qualsiasi fonte di calore, compresi i piani cottura a induzione, a fiamma diretta e in ceramica.

Come funziona la pentola a pressione

Per cuocere con la pentola a pressione bisogna versare dell’acqua al suo interno. Il livello varia in relazione al tipo di alimento e a quanto se ne intende cucinare. In linea di massima la quantità di acqua deve essere modesta dato che i cibi cuoceranno essenzialmente nell’aria e nel vapore.
Una volta inserito il contenuto, la pentola va chiusa ermeticamente (assicurarsi in tal senso il corretto posizionamento del coperchio) e posta sul fornello a fiamma alta fin quando la valvola di controllo non inizierà a sfiatare; a questo punto la pressione e la temperatura interne saranno ottimali (rispettivamente, circa 2 bar e 120°) e la fiamma del fornello dovrà essere abbassata in modo da mantenerle costanti.
Ora si può azionare il timer per monitorare il tempo di cottura. A preparazione ultimata si spegne il fuoco e, con le dovute cautele, si apre la valvola. Una volta sfiatato il vapore si toglie il coperchio e… buon appetito!

Perché preferire la pentola a pressione ad altri tipi di cottura

Per la salubrità, innanzi tutto. I cibi durante la cottura non subiscono gli “stress” cui vengono sottoposti con altri procedimenti (per esempio l’arrosto o la bollitura) e mantengono quasi del tutto inalterati il gusto, le proprietà organolettiche e i principi nutrizionali. La preparazione inoltre non richiede l’aggiunta di grassi o condimenti che gravano sull’apporto calorico dei cibi e, a lungo andare, sul metabolismo e la salute di chi ne fruisce.

Sul piano pratico infine non è da sottovalutare la riduzione (in alcuni casi anche considerevole) dei tempi di cottura che può invogliare al consumo di pasti salutari coloro che, presi dalla frenesia dei ritmi quotidiani, ricorrono troppo spesso ai cibi in scatola o agli alimenti preconfezionati.

A cadenza regolare è importante provvedere alla pulizia di tutti gli elementi, in particolare alle valvole e alle guarnizioni, al fine di prevenire pericolosi aumenti della pressione di esercizio.

Quali cibi è possibile cucinare con la pentola a pressione?

Praticamente tutti! I tempi di cottura e la quantità di acqua necessaria variano in relazione al tipo di alimento, al taglio (intero o porzionato) e alla quantità che se ne intende preparare.

Per avere i valori in dettaglio è consigliabile consultare i prospetti (on-line o cartacei) forniti dalle case produttrici, con i parametri specifici relativi al particolare modello che si è acquistato.

In linea di massima per fare un arrosto o un roast beef si va dai 20 ai 30 minuti. Per il pesce si va dagli 8 ai 12 minuti a seconda del tipo di pesce. Per i legumi secchi si va dai 15 minuti delle lenticchie ai 30-40 minuti per i cannellini e borlotti. Per il riso ci vorranno dai 5 ai 7 minuti. Per le patate intere si va dai 10 ai 15 minuti.

Da quando parte il tempo di cottura?

I tempi di cottura partono da quando la pentola a pressione va in pressione: e quindi, da quando inizia il fischio o sbuffa. A quel punto potete abbassare il gas e spostarla su un fuoco più piccolo per mantenerla in pressione.

Per non perdere nessuna ricetta, metti “like” QUI sulla nostra pagina Facebook 

e seguici QUI sul nostro profilo Instagram.

Torna alla HOME PAGE

Visita lo SHOP