Londra in 4 giorni: cosa vedere e dove mangiare

Londra in 4 giorni: cosa vedere e dove mangiare

In questo articolo vi proponiamo una mini-guida per visitare Londra in 4 giorni: cosa vedere e dove mangiare, nonchè dove dormire senza spendere troppo.

Consigli pratici per un viaggio breve e intenso nella bellissima capitale britannica.

Il nostro è un itinerario di viaggio suddiviso in 4 giorni pieni (partenza il 5 giorno), adatto anche per le famiglie con bambini o ragazzi adolescenti.

Siete pronti? Partiamo!

Londra e i suoi bellissimi contrasti

  • L’austera rigidità della famiglia reale e le più storiche band di musica pop/rock.
  • Lo “splendido isolazionismo” e la miscela di razze che la popolano.
  • Il discutibile gusto nel vestire e le mode anticipate di molti anni.

Sono solo alcuni dei contrasti che rendono il Regno Unito e, ancor più, la sua capitale Londra, unici nel panorama delle capitali europee. E che renderà altrettanto unico il nostro viaggio alla scoperta delle bellezze e delle ricchezze adagiate sulle sponde del Tamigi.     

Proprio per il caleidoscopio di fatti e circostanze che hanno reso Londra meta irrinunciabile dei viaggiatori di tutto il mondo, vi suggeriamo di dedicare alla visita della città almeno 3-4 giorni, per poter assaporare al meglio le tante facce della city.    

Come tutte le grandi capitali europee, Londra offre ai propri visitatori il meglio in termini di esposizioni museali, di siti di enorme importanza storica, di luoghi e monumenti entrati nell’immaginario universale.
Ma è l’atmosfera stessa che si respira attraversandola che la rende unica e che fa di ogni viaggio a Londra un trampolino ideale per organizzarne subito un altro!

Bagagli pronti? Aspettate, un piccolo consiglio! Se raggiungerete la capitale in aereo un’ottima soluzione è rappresentata dall’aeroporto di Stansted. Una volta atterrati troverete lo Stansted Express, un comodo treno metropolitano che in 45 minuti vi porterà fino a Liverpool Street Station e sarete già nel cuore della città!

Il Big Ben

Londra in 4 giorni: cosa vedere e dove mangiare

  • Giorno 1 – Visita ai monumenti e ai luoghi più famosi della city (Tower Bridge, London Tower, Buckingham Palace, Big Ben, Trafalgar Square, etc.) e London Eye
  • Giorno 2 – Quartiere di Greenwich e Museo delle cere
  • Giorno 3 – Museo di storia naturale, Hyde Park e Covent Garden
  • Giorno 4 – British museum, Piccadilly circus e Oxford street, Harrod’s.
Il Tower Bridge

1- DAL TOWER BRIDGE AL MILLENNIUM BRIDGE

Insieme al Big Ben, probabilmente, il Tower Bridge è il simbolo di Londra nell’immaginario di ogni turista che si appresta a visitare la capitale. Quello che molti non sanno è che è visitabile anche al suo interno ed è possibile salire con ascensori e percorrere un suggestivo tragitto “sospesi nel vuoto”.

Dal ponte più famoso di Londra, scendendo la scalinata posta al suo fianco, prende il via una passeggiata lungo le sponde del Tamigi ricca di scorci suggestivi. La skyline è da togliere il fiato: da The Shard, il grattacielo più alto di Londra, al St George Wharf Tower, e di locali vivaci, dove si possono gustare birre e cibi locali e internazionali. Il tutto riflesso sulle acque del Tamigi!

Il Tower Bridge in notturna

La passeggiata termina al Millennium Bridge, il moderno ponte sospeso pedonale che collega idealmente la cattedrale di St. Paul e il museo di arte moderna, il TATE.
Merita una visita anche la Torre di Londra, questa è a pagamento. Nel passato fu luogo di reclusione per prigionieri. L’attrazione maggiore da visitare qui sono i bellissimi Gioielli della corona (Crown Jewels).

Rimarrete incuriositi dai numerosi corvi che vi abitano. Secondo la leggenda se i corvi scomparissero si distruggerebbe la torre e con lei l’intero regno. Per evitare ciò, uno dei guardiani della torre, conosciuto come Ravenmaster che si prende cura di loro.

Torri di Londra

2- GREENWICH

Da studenti di scienze abbiamo “odiato” paralleli e meridiani, ma ancor più il meridiano “zero”, ossia quello di Greenwich.
Che in tale località all’immediata periferia di Londra si celasse un parco rigoglioso e suggestivo, sulla cui collinetta si erge maestoso l’osservatorio reale di Greenwich, che merita certamente una visita, in pochissimi ne avevamo contezza.
Con i piedi ben piantati a cavallo del meridiano più famoso al mondo proverete una sensazione unica!

Greenwich

Se siete arrivati fin qui allora non potete perdervi il famoso Cutty Sark, clipper inglese varato il 22 novembre 1869 che navigò sulla rotta delle Indie per il commercio del  e della lana.
Il veliero è in mostra statica proprio nel tipico sobborgo di Greenwich. Potrete raggiungere la cittadina di Greenwich comodamente a bordo dei famosi bus londinesi a due piani. Il viaggio dura circa una ventina di minuti.

3- I MUSEI

Avere a disposizione gratuitamente due tra i più grandi e importanti musei della storia del mondo è un’occasione da non lasciarsi scappare. Stiamo parlando del British Museum e del National Gallery Museum.

Probabilmente è sufficiente nominare “La Stele di Rosetta” per capirne la centralità tra i siti storici mondiali. Anche se non siete studiosi di storia antica una visita, anche di sole due ore, vi riempirà il cuore e la fantasia, non fosse altro per la magnificenza del settore egizio al British e dei dipinti di Leonardo da Vinci, Michelangelo, Sandro Botticelli, Piero della Francesca alla National Gallery, solo per citare i più conosciuti.

British Museum

Peraltro la National Gallery affaccia proprio su una delle piazze di Londra più famose e visitate, Trafalgar Square.

Assolutamente da non perdere anche il Museo di Storia Naturale, gratuito anch’esso e ricco di reperti della preistoria e di fossili di dinosauri, oltre che di una bellezza architettonica abbagliante.

Sempre nella Exhibition Road vicino al Museo di Storia Naturale, si trova anche il famoso Museo della Scienza di Londra, lo Science Museum, anche questo gratuito!

Museo di scienze naturali Londra


Se viaggiate con bambini o ragazzi lo Science Museum è una tappa da non perdere. Il museo è un’esposizione permanente di macchine e macchinari che hanno cambiato la storia dell’umanità, dalle locomotive ai razzi spaziali, diverse attività interattive per i bambini e un’ascensore che ti porta direttamente dentro il globo terrestre!

Vale la pena anche visitare il famoso Museo delle Cere, questo a pagamento ma divertente, ben organizzato e nel cuore della Londra sfavillante e commerciale che descriviamo alla prossima “tappa”.

Museo delle cere Londra

Anche la parte non monografica del TATE, il Museo di Arte Moderna, è visitabile gratuitamente: merita senz’altro un’ora del vostro viaggio, non fosse altro che per la particolare architettura e gli spazi enormi.

Insomma, di cose da vedere ce ne sono moltissime. Potete lasciare le visite ai musei per la mattina e poi dedicarvi a passeggiare per la città nel pomeriggio.

Museo di storia naturale

4- IL CUORE PULSANTE DELLA CITY: PICCADILLY CIRCUS E OXFORD STREET

Visitare Londra e non fare una passeggiata spensierata a Piccadilly Circus è come andare in Vaticano e non entrare a San Pietro! Luci, colori, locali, insegne, una “Time Square” europea assolutamente all’altezza della cugina di New York; ricca di occasioni di svago e di shopping, potrete affacciarvi con curiosità nei negozi di moda, dove troverete le anticipazioni delle principali tendenze in arrivo dal Regno Unito.   

Piccadilly Circus Londra

Da Piccadilly Circus si dipana anche Oxford Street, la via dei negozi e dello shopping, da percorrere in entrambi i sensi, per essere sicuri di non aver perso nulla!
Sempre a due passi da Piccadilly e da Leicester Square trovate il quartiere cinese Chinatown, ricco di negozietti tipici cinesi e alimentari dove mangiare a pochi euro. Molto pittoresco e in pieno stile cinese, vale una visita anche veloce.
Nella zona commerciale non potete non entrare dal famosissimo Harrods, uno dei magazzini di lusso più grande del mondo. Il settore gioielli e alimentari è assolutamente da non perdere!

Harrods Londra

5- IL LONDON EYE, BIG BEN E COVENT GARDEN
L’errore più grande che potremmo commettere è quello di pensare al London Eye come a una giostra da Luna Park. Niente di tutto ciò. Dalle grandissime cabine girevoli si assiste molto lentamente al sorgere della maestosa capitale e il quartiere governativo, dove spicca il Big Ben. Un panorama che rimarrà impresso nei vostri occhi per sempre.

London Eye

Il Big Ben è la famosa torre dell’orologio simbolo della città di Londra nel mondo. Insieme alla casa del Parlamento, si trovano vicinissimi al London Eye.
Dal 1994 il Big Ben è illuminato da un sistema di 112 lampadine, ed è molto suggestivo visitarlo di sera con l’illuminazione artificiale fioca che ne esalta le forme misteriose proprie dello stile gotico.

Il Big Ben e la casa del Parlamento

Sempre in questo famoso quartiere di Londra si trova la famosa abbazia di Westminster. Dopo la cattedrale di Saint Paul, è sede delle incoronazioni dei sovrani d’Inghilterra.

Abbazia di Westmister

Dopo aver fatto il pieno di una delle viste panoramiche più mozzafiato d’Europa rituffatevi nel cuore della city, con una visita al quartiere di Covent Garden, la principale zona di Londra per teatri e intrattenimento. Nell’elegante piazza pedonalizzata vi imbatterete in artisti di strada, concerti estemporanei, ristoranti e locali per un rapido e gustoso brunch.

6- BUCKINGHAM PALACE E I PARCHI

Cambio della guardia Buckingham Palace

E’ il palazzo residenza della regina sovrana del Regno Unito. E’ collocato al termine di un viale molto lungo che costeggia uno dei tanti rigogliosi parchi cittadini. Vi suggeriamo di programmare la visita al mattino, così da poter assistere al quotidiano cambio della Guardia, che di norma inizia alle 11.00.
E’ comunque consigliabile consultare il Calendario ufficiale del Cambio della Guardia, per eventuali variazioni e arrivare con un certo anticipo per riuscire a vedere la cerimonia, vista la presenza costante di molti turisti.

Londra è anche una delle capitali più green al mondo: troverete aree verdi ovunque, ben curate, organizzate e fruibili al 100%: una visita ad Hyde Park andrebbe messa in programma. Nel parco, enorme, troverete la fontana in memoria di Lady Diana, principessa del Galles, e il lago artificiale Serpentine.

Londra in 4 giorni: cosa vedere e dove mangiare

Info utili di VIAGGIO

Dall’Italia abbiamo trovato particolarmente comodo prenotare la visita ai monumenti e alle attrazioni che avevamo messo in programma. Per fare ciò estremamente efficace si è rivelato il portale www.visitbritain.com.
Sia per la visita al London Eye che per quella al Museo delle cere ci ha inoltre evitato lunghe file di attesa!

Altrettanto utile è stato l’acquisto delle London travel card, tessere viaggio disponibili in varie tipologie di durata.

Al di là dell’efficientissima rete di trasporto, Londra si presta a piacevoli passeggiate a piedi, soprattutto nei tratti che costeggiano le sponde del Tamigi, dove potrete trovare musica, locali, pub e quanto necessario per godere al meglio delle ore di relax al di fuori degli itinerari turistici più classici.

ABBIGLIAMENTOQualunque sia la stagione che vi vedrà turisti a Londra, non dimenticate di mettere in valigia abbigliamento adeguato al clima rigido e alla caratteristica piovosità.
In poche parole, se andrete in estate vi potrà essere utile un piumino “100 grammi” per la sera e immancabile un k-way per i repentini cambi del meteo. Se sceglierete di gustarvi Londra in pieno inverno, copritevi molto bene!

Per cui scarpe comode e zainetto in spalla sarete perfetti per muovervi agevolmente e concentrare in 4 giorni le tante cose che ci sono da vedere!

Cosa mangiare a Londra

Uno dei pasti che non potete perdervi quando siete a Londra è la tipica full breakfast inglese, la grande colazione a base di uova, bacon, fagioli stufati, funghi e pane tostato, a volte anche salsicce e pomodori!

Con questo pasto arriverete sazi fino al pomeriggio e per uno spuntino leggero prima della cena, troverete molti localetti che vendono snack e sandwich di ogni tipo.
Distributori automatici di sandwich, dolcetti, acqua e bibite sono disseminati praticamente ovunque.

Da segnalare la catena Pret a Manger, un fast food healthy dove mangiare al volo, con un’ampia scelta anche per vegetariani e vegani. Si possono trovare tutti i tipi di panini, insalate e diversi cibi caldi.

Ovunque poi troverete locali dove mangiare il piatto tipico Fish and Chips, il pesce fritto con le patatine. Per rimanere sull’economico puntate sulle Jacket potatoes, una patata arrostita con tutta la buccia e condita con burro o riempita con bacon o cheddar.

Tipica colazione inglese

 

Le tipiche pie londinesi ripiene

Non mancano poi i classici fast food, i pub e ristoranti tradizionali, anche se questi ultimi non sono proprio economici.

I piatti tipici londinesi sono le Sausages and mash, le salsicce servite con il purè di patate; oppure le famose Pie, delle tortine di pasta brisé ripiene, servite sempre con puré di patate e verdure. Oppure il Sunday Roast, un arrosto di carne al forno, servito con fette di patate, verdure e salsa gravy

Non dimentichiamo poi che Londra è anche il regno dello street food, che qui è un’istituzione. Bancarelle e chioschi potete trovarli a Borough Market, al Mercato di Camden Town, a Leadenhall Market, e a Portobello Road.

Tipico Pub inglese

Dove dormire a Londra

La nostra personale esperienza ci ha fatto optare per il Premier Inn London Tower (Premier Inn è la nota catena britannica family friendly), un buon hotel sia per il rapporto qualità prezzo, sia per la colazione fantastica, sia per la posizione strategica per visitare la città.

Infatti a 10 minuti a piedi dall’hotel c’è la fermata della metro e dei treni di London Bridge. Proprio di fronte all’hotel c’è la fermata dell’autobus che ti collega sia al centro che a Liverpool Street Station (da dove parte il trenino per l’areoporto Stanted).

Di vantaggioso questo hotel propone anche una sorta di convenzione che prenotando una colazione continentale, con pochi euro in più si può anche cenare (a scelta tra pizza, carne, hamburger).

Inoltre per ogni colazione ordinata da un adulto, verrà offerta per i minori di 16 anni la loro famosa colazione all-you-can-eat omaggio.
Niente male no? 🙂

A cura di
Marco Vescarelli


Potrebbe interessarvi anche:

Amsterdam in 4 giorni: cosa vedere e dove mangiare

Torna alla HOME PAGE

Per non perdere nessuna ricetta, metti “like” QUI sulla nostra pagina Facebook QUI sul nostro profilo Instagram.

 

Pressomassaggio