Home » Belgian frites
belgian-frites

Belgian frites

Le Belgian Frites, o patatine fritte belghe, sono un piatto iconico della cucina belga, divenute famose in tutto il mondo per l’inconfondibile sapore e croccantezza.

Sono fatte con patate fresche tagliate a mano e fritte in olio bollente. La scelta della patata giusta è fondamentale per la creazione delle Belgian Frites. Per questo la varietà di patata più utilizzata è la Bintje, una patata dolce con una polpa soda che mantiene la sua consistenza anche dopo la frittura.

Il segreto delle Belgian Frites risiede poi nella frittura. Le patatine infatti vengono fritte due volte: prima a bassa temperatura per cuocere l’interno. Poi a temperatura più alta per creare quella croccantezza esterna che le rende così appetitose. La frittura deve avvenire in abbondante olio di alta qualità. Preferibilmente di semi di arachidi o di girasole, per garantire un sapore intenso e un aroma delicato.

Vengono servite tradizionalmente in un cono di carta, accompagnate da una varietà di salse. La più richiesta è la comune maionese, ma si trovano anche salse più originali. Come la andalusa (a base di pomodoro e peperoncino), la samurai (a base di maionese e peperoncino) e la salsa tartara.

Se poi vi trovate per caso a Bruxelles ecco dove potete gustare queste ottime patatine. 11 cose imperdibili da fare a Bruxelles in un fine settimana, cosa mangiare cosa visitare per un weekend lungo nella bellissima capitale del Belgio.

Vediamo subito la ricetta!

Belgian frites

Ricetta di Ricette al Volo
0.0 su 0 voti
Portata: Contorni e salseCucina: BelgaDifficoltà: Facile
Dosi per

6

persone
Tempo di preparazione

20

minuti
Tempo di cottura

10

minuti

Le Belgian Frites sono un piatto iconico della cucina belga, fatte con patate fresche tagliate a mano e fritte in olio bollente.

Modalità schermo attivo

Mantiene acceso lo schermo del tuo dispositivo

Ingredienti

  • 1,5 kg di patate a polpa soda

  • 3 lt di olio di semi di arachide

  • sale qb

  • salse a piacere

Preparazione

  • Lavate le patate, sbucciatele, tagliatele a fette spesse circa 1,5 cm e immergetele in una ciotola grande piena di acqua fredda. Lasciatele in ammollo per circa 30 minuti, questo aiuterà a rimuovere l’eccesso di amido rendendo più croccante la frittura.
  • Versate l’olio in una pentola profonda e scaldatelo fino a una temperatura di circa 175°C.
  • Scolate le patate e passatele sulla carta assorbente, lasciandole un po’ umide in modo che non risultino secche a fine frittura.
  • Versatele nell’olio caldo a poco a poco, avendo cura di non sovraccaricare la pentola, e friggetele per circa 5-7 minuti o fino a quando sono dorate e croccanti.
  • Scolatele con una schiumarola e adagiatele su un piatto rivestito con carta assorbente. Ripetete l’operazione per le patate restanti.
  • Salate a piacere prima di servire, accompagnandole con la salsa che preferite. Buon appetito!

Hai realizzato questa ricetta?

Posta la foto del piatto su Instagram @ricette_al_volo e taggaci con l’hashtag #ricettealvolo

Per non perdere nessuna ricetta, metti “like” sulla nostra pagina Facebook

e seguici sul nostro profilo Instagram.

Torna alla HOME PAGE