Home » 5 consigli per limitare il consumo di sale

5 consigli per limitare il consumo di sale

Ecco 5 semplici consigli che vi aiuteranno a limitare il consumo eccessivo di sale in cucina. Nell’articolo che segue vi spieghiamo perché troppo sale fa male e alcuni trucchetti per diminuirne la quantità quando si cucina. E come fare per insaporire i cibi evitando il sale.

“Sola dosis venenum facit” (è solo la dose che fa il veleno). E’ l’estratto di una frase del medico e alchimista svizzero Paracelso (XVI sec.) così largamente diffusa da diventare aforisma. In natura non esistono sostanze di per sé velenose, è la quantità assunta che le rende tali. Sostanze potenzialmente letali possono essere tollerate dall’organismo se assunte in quantità infinitesime, così come sostanze di per sé innocue si rivelano estremamente dannose se prese in dosi eccessive.

Cosa dice l’OMS riguardo alle quantità di sale

Principio da tenere bene a mente quando parliamo di… sale. L’OMS da molto tempo ne raccomanda un uso limitato, fissando in 5 grammi (circa un cucchiaino) la quantità massima quotidiana.

Nei 5 grammi, però, va compreso anche il sale che si trova negli alimenti acquistati (salumi, formaggi, scatolame, crackers, snacks e via dicendo) e che il più delle volte assumiamo inconsapevolmente. Il cucchiaino della dose massima giornaliera, perciò, non va mai considerato pieno; quanto più cibo già pronto inseriamo nel sacchetto della spesa, tanto meno sale dovremo usare per condire.

Ciò su cui dovremmo concentrare gli sforzi è dunque il cosiddetto “shake the habit”, il cambio di abitudini che influenzano il nostro regime alimentare.

La presenza costante di sale (talvolta in dosi massicce) ha condizionato il nostro palato assuefacendolo ad un livello di sapidità piuttosto elevato ed alterando la percezione del sapore originale e genuino degli alimenti. Se proviamo a mangiare una foglia di lattuga scondita, il primo pensiero che ci viene in testa è “non sa di niente”; in realtà quel pensiero dovrebbe essere “non sa di sale”.

Perchè troppo sale fa male

Gli effetti sull’organismo di un consumo eccessivo sono ben noti: la conseguenza immediata è un aumento della pressione arteriosa, a cui sovente si associano patologie cardio-cerebrovascolari come infarto del miocardio e ictus cerebrale. Altre possibili conseguenze sono tumori dell’apparato digerente, in particolare quelli dello stomaco, osteoporosi e malattie renali. Limitare quanto più possibile l’uso di questo condimento è quindi essenziale per tutelare la nostra salute. Facile a dirsi, ma come fare?

Ecco 5 piccoli consigli per limitare il consumo di sale: 

  • innanzi tutto evitiamo le tentazioni eliminando la (cattiva!) abitudine di mettere in tavola la saliera. Quel contenitore (magari con più tipologie di sali dai colori e dagli aromi variegati) è un invito ad aggiungere sale alle portate. Toglierlo vuol dire, di per sé, non esagerare. Stesso discorso vale per le salse salate
  • acquistiamo con oculatezza cibi già pronti leggendo con attenzione le etichette con i valori nutrizionale e privilegiando quelli con più basso contenuto di sale
  • evitiamo i cibi in cui siano presenti esaltatori di sapidità che contengono sodio, come ad esempio citrato di sodio (E331), benzoato di sodio (E211) e glutammato di sodio (E621) 
  • sciacquiamo accuratamente i cibi in scatola prima di consumarli e non utilizziamo mai il liquido in cui erano contenuti
  • insaporiamo i cibi con sostanze meno dannose per l’organismo. Al riguardo le possibilità sono assai varie: si può ricorrere alle spezie, usate singolarmente o miscelate a piacimento; si può condire con erbe aromatiche, magari lasciate essiccare e poi tritate per essere sparse più omogeneamente; si può spruzzare il cibo con succo di agrumi o cospargerlo con un buon aceto (di vino bianco, di vino nero, balsamico, di mele ecc.). In dosi contenute possiamo ricorrere anche al gomasio, che è composto da semi di sesamo tritati e una piccola quantità di sale
  • possiamo insaporire alcuni alimenti marinandoli in olio ed erbe aromatiche.

 

Per non perdere nessuna ricetta, metti “like” QUI sulla nostra pagina Facebook 

e seguici QUI sul nostro profilo Instagram.

Torna alla HOME PAGE

Visita lo SHOP