Home » Come fare delle ottime patatine fritte, non comprerai più quelle del supermercato!
patate-fritte-stick

Come fare delle ottime patatine fritte, non comprerai più quelle del supermercato!

Le patatine fritte fatte in casa rappresentano un’autentica delizia culinaria che trasforma un semplice tubero in un’esplosione di sapori croccanti e irresistibili.

Questo piatto, noto in tutto il mondo, è spesso associato a snack veloci e confezionati, ma preparare le patatine in casa offre un’esperienza culinaria totalmente diversa.

Il segreto di come fare delle ottime patatine fritte risiede innanzi tutto nella selezione attenta dell’ingrediente principale. La scelta di patate di alta qualità è fondamentale per ottenere una consistenza perfetta e un sapore ricco e gustoso.

Quali sono le migliori qualità di patate per farle fritte?

Le migliori varietà per la frittura sono quelle a pasta gialla: compatte e poco farinose, assorbono meno olio durante la cottura.

Anche le patate rosse (che di rosso hanno solo la buccia, mentre l’interno è giallo) hanno anch’esse una polpa soda, che le rende ideali per prepararle al forno, fritte, in umido o bollite. Hanno un sapore più deciso rispetto alle classiche patate gialle.

La preparazione delle patatine fritte è relativamente semplice ma richiede attenzione ad alcuni dettagli.

Dopo aver pelato e tagliato le patate in strisce sottili, è importante sciacquarle bene per eliminare l’eccesso di amido. E’ essenziale anche prestare attenzione al taglio, evitando forme troppo irregolari che potrebbero compromettere l’omogeneità della cottura.

Occorre infine monitorare sempre la giusta temperatura dell’olio. Solo grazie ad essa si potrà ottenere una cottura uniforme che garantisce doratura e croccantezza.

Il tocco finale si ha con il condimento, rispetto al quale i gusti e la creatività hanno un ruolo cruciale.

Le patatine fritte fatte in casa si possono personalizzare nei modi più disparati sbizzarrendosi con la fantasia. Ad esempio si può spaziare dal classico sale alle varianti più audaci come paprika, pepe nero o persino formaggio grattugiato.

Oltre al gusto irresistibile, preparare le patatine in casa offre numerosi vantaggi.

Consente ad esempio di evitare gli additivi e i conservanti spesso presenti nelle versioni industriali, contribuendo a una scelta alimentare più salutare. L’esperienza di cucinare le patatine in casa può anche diventare un momento di condivisione e divertimento in famiglia o tra amici.

Come fare delle ottime patatine fritte? Non vi resta che seguire questa ricetta!

Come fare delle ottime patatine fritte

0 su 0 voti
Ricetta di Ricette al Volo Portata: ContorniCucina: ItalianaDifficoltà: Facile
Dosi per

4

persone
Tempo di preparazione

20

minuti
Tempo di cottura

15

minuti

Le patatine fritte fatte in casa rappresentano un’autentica delizia culinaria che trasforma un semplice tubero in un’esplosione di sapori croccanti e irresistibili. Scopriamo i segreti per farle perfette!

Modalità schermo attivo

Mantiene acceso lo schermo del tuo dispositivo

Ingredienti

  • 4 patate (circa 250 grammi) a pasta gialla

  • abbondante olio di semi di arachidi per friggere

  • sale qb

Preparazione

  • Pelate accuratamente le patate, sciacquatele sotto l’acqua corrente, tagliatele* e immergetele per circa un’ora in un recipiente con acqua fredda. In questo modo perderanno parte dell’amido e risulteranno più croccanti.
  • Togliete le patate dall’acqua e asciugatele con molta cura.
  • Portate a temperatura una abbondante quantità di olio in una pentola (intorno ai 180°). Evitate di friggere a temperature più basse o più elevate. Nel primo caso le patate si impregnerebbero di olio, nel secondo si rischierebbe di raggiungere il punto di fumo con conseguenze rischiose per la salute.
  • Immergete le patate un po’ alla volta e lasciatele friggere fino a quando raggiungono la giusta doratura.
  • Scolatele bene e adagiatele su della carta assorbente. Evitate quanto più possibile di sovrapporle perché le patate sottostanti assorbirebbero l’olio di quelle che stanno in cima.
  • Salatele solo al momento di servirle poiché il sale in superficie, assorbendo umidità, ne comprometterebbe la croccantezza. Buon appetito!

Note

  • * Potete tagliarle a bastoncino, a cubetto, a spicchio o a dischetto; l’importante è la forma abbia una certa regolarità per garantire una cottura omogenea in tutti i punti.

Hai realizzato questa ricetta?

Posta la foto del piatto su Instagram @ricette_al_volo e taggaci con l’hashtag #ricettealvolo

patate-fritte-stick
patate-fritte-stick

Per non perdere nessuna ricetta, metti “like” sulla nostra pagina Facebook

e seguici sul nostro profilo Instagram.

Torna alla HOME PAGE