riso zucca stelle

Risotto cremoso alla zucca gialla

Il risotto cremoso alla zucca gialla è un primo piatto tipicamente autunnale a base di zucca, confortevole e dal gusto delicato.
La zucca gialla è un ortaggio tipico dell’autunno, è ricca di proprietà e sostanze benefiche (contiene infatti molte vitamine, minerali e fibre) ed in cucina si presta bene nella preparazione di piatti sia dolci che salati.

Ingredienti per 4 persone:

  • 250 g di riso per risotti (Carnaroli o Vialone nano)
  • 500 g circa di zucca gialla pulita
  • 1 cipollotto
  • 1 litro di brodo vegetale
  • 90 g di Grana Padano grattugiato
  • due noci di burro
  • sale e pepe qb
  • olio extravergine d’oliva 5 cucchiai

Risotto cremoso alla zucca gialla

Procedimento

  1. Preparare il risotto alla zucca gialla è molto semplice. Per prima cosa fate il brodo vegetale come siete abituati a fare. Sbucciate e lavate la zucca riducendola a cubetti piccoli, poi affettate molto finemente la cipolla e fatela rosolare in una casseruola (dove poi cucinerete il risotto).
  2. Quando sarà dorata unite i cubetti di zucca, un pizzico di sale e fate insaporire qualche minuto. Dopodiché aggiungete il riso e fatelo tostare leggermente, unite poi un mestolo di brodo vegetale.
  3. Cominciate a mescolare il riso con un cucchiaio di legno e via via che il brodo si assorbe, aggiungetene poco alla volta. Man mano che il riso cuoce i cubetti di zucca si scioglieranno, diventando naturalmente cremosi.
  4. Una volta che il riso risulterà al dente, spegnete il fuoco e unite le noci di burro e il Grana Padano grattugiato, mescolate e lasciate mantecare coperto per 2-3 minuti.
  5. Per rendere ancora più bello il piatto, potete decorarlo con delle stelline di zucca: tagliate una fetta di zucca di circa 1 cm di spessore e con l’apposito stampino ricavate delle stelline, rosolate le stelline in una padella con poco olio, rigirandole per pochi minuti e sistematele sopra il risotto.  Il piatto è pronto!

Risotto cremoso alla zucca gialla

Risotto cremoso alla zucca gialla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*