Ricette al Volo 5 min. 15 min.

La colazione a base di yogurt greco e mirtilli è un pasto fresco e goloso con cui iniziare alla grande la giornata. La colazione è pronta in pochi minuti ed è un connubio perfetto che abbina la dolcezza dei mirtilli all’acidulo (seppur poco) dello yogurt greco magro. I semi di chia con i fiocchi di avena completano il tutto.

I mirtilli neri sono noti per le loro notevoli proprietà antiossidanti ed antinfiammatorie, grazie alla presenza delle vitamine A e C, rinforzano le pareti dei capillari e aiutano la memoria. E’ meglio mangiarli freschi per attingere a tutte le loro innumerevoli proprietà benefiche.

Colazione sana con yogurt greco e mirtilli

Ingredienti per 1 persona:

  • 1 confezione di yogurt greco magro
  • 70 g circa di mirtilli
  • 2 cucchiai di fiocchi di avena
  • 1 cucchiaio di semi di chia
  • mezzo cucchiaino di miele
  • latte di soia

Colazione sana con yogurt greco e mirtilli

Preparazione

Aprite la confezione dello yogurt greco ed allungatelo con un paio di cucchiai di latte di soia (o altro latte da voi prescelto), mescolatelo fino a farlo diventare cremoso e morbido.
Trasferite lo yogurt in una ciotola, aggiungete il miele sciolto, da una parte i fiocchi d’avena e da un’altra i semi di chia.
Infine sistemate al centro i mirtilli freschi ben lavati ed asciugati.

La vostra fantastica colazione è pronta! Come potete vedere ci vogliono davvero 5 minuti per preparare questa colazione sana e genuina.

 
 

Come bevanda potete accompagnare la colazione da una bella tazza di tè verde, una tisana o semplicemente da un caffè.

Colazione sana con yogurt greco e mirtilli

I semi di chia

Questi piccolissimi semi hanno proprietà nutrizionali davvero eccezionali! Quello che stupisce è soprattutto il loro contenuto di calcio e la presenza di acidi grassi essenziali quali omega 3 e omega 6.

La Salvia Hispanica (questo il nome completo) cresce spontaneamente in Messico e in Bolivia e le sue proprietà benefiche erano già note alle civiltà precolombiane dell’America Centrale e Meridionale: insieme al mais, ai fagioli e all’amaranto erano alla base dell’alimentazione di popolazioni come quella azteca.

Nel nostro Paese, i semi di chia, sono entrati a partire dal 2009 infatti sono stati ammessi nella nostra alimentazione.